Scrubbers a umido - L.P.C.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scrubbers a umido

Produzione > Fornitura presidi ambientali > Scubbers


  • Scrubber ad asse verticale mono e bistadio a flusso di lavaggio in controcorrente con letti statici per il trattamento di arie altamente inquinanti con portate da 1.000 m³/h a 150.000 m³/h. Sono progettati con letti a corpi statici del tipo Tellerette, PALL, Rashig, ed anche altre tipologie, e lavaggi monostadio o multistadio con acqua, soluzioni acide, basiche, ossidanti, tensioattivate, per l'abbattimento di nebbie, gas, fumi e odori.


  • Scrubber verticali a corpi flottanti sono particolarmente indicati per il controllo del particolato nei flussi gassosi, sono caratterizzati inoltre da un basso valore della caduta di pressione. I corpi flottanti sono costituiti da sfere cave in polietilene mantenute in sospensione dal flusso gassoso, che percorre il volume utile dello scrubber stesso in controcorrente rispetto alla soluzione di lavaggio.


  • Scrubber orizzontali (cross-flow) a flusso di lavaggio incrociato con letti statici, mono e multistadio, fino a 4 stadi di lavaggio in funzione delle esigenze di processo, con portate da 5.000 m³/h a 180.000 m³/h. I vantaggi di queste apparecchiature sono i bassi costi energetici, in relazione al valore contenuto delle perdite di carico, e l'ingombro ridotto.



  • Scrubber Venturi è particolarmente impiegato per la depolverazione dei flussi gassosi contaminati da particolato fine (0,5 - 10 micron). L’efficienza di questa modalità di depurazione è proporzionale oltre che alle dimensioni del particolato, alla velocità del flusso gassoso nella sezione della "gola" Venturi e alle dimensioni delle gocce della soluzione acquosa. Questo sistema viene attentamente dimensionato in relazione alle varie necessità di depurazione del flusso gassoso considerato.


  • Scrubber a piatti viene oggi principalmente impiegato per il controllo del particolato del flusso gassoso da depurare. I piatti sono essenzialmente costituiti da paratie atte a forzare il contatto tra l’aeriforme e la soluzione di lavaggio che fluisce in controcorrente fra loro.

Torna ai contenuti | Torna al menu